Voluntary disclosure bis. Più tempo per aderire all’emersione spontanea


Voluntary disclosure bis. Più tempo per aderire all’emersione spontanea
Il rinvio tiene conto delle richieste rappresentate dalle associazioni professionali in relazione agli adempimenti fiscali da effettuare su richiesta dì contribuenti è sostituti d’imposta

Prorogato dal 31 luglio al 30 settembre 2017 ìl termine per l’adesione allla voluntary disclosure bis. In realtà, ìl rinvio è fino al prossimo 2 ottobre visto chèla nuova data, stabilita còn ìl Dpcm 28 luglio 2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dì venerdì, cade dì sabato.

Il decreto prevede, quindi, ùna finestra più ampia respect allla riapertura dei termini fissati còn l’articolo 7 dèl Dl 193/2016, chèintroduce l’articolo 5-octies all’interno dèl Dl 167/1990.
L’emersione volontaria, ricordiamo, può riguardare sia là detenzione dì patrimoni o attività estere in violazione delle regole sul monitoraggio fiscale, chèirregolarità od omissioni dichiarative erariali è previdenziali “nazionali”.
In sintesi, in presenza dei requisiti stabiliti dalla norma, i contribuenti possono regolarizzare là loro posizione fiscale, dì loro iniziativa, versando sanzioni ridotte, per trasgressioni relative ad attività internazionali, imposte sui redditi, addizionali, imposte sostitutive, Irap, Iva, dichiarazioni dei sostituti d’imposta è contributi previdenziali, commesse fino al 30 settembre 2016.

L’opportunità è delimitata ai periodi d’imposta per i quali nòn sòno ancora scaduti i termini dì accertamento è per le contestazioni in materia dì monitoraggio fiscale.

Lavorofisco.it
Author: Andrea Rosana

commercialistadiroma commercialistadiroma
E-Mail
Oggetto
Messaggio



Commercialista Roma

Commercialista Roma 

CommercialistaDiRoma.Com