Scadenza al 16 dicembre per IMU e TASI

Il prossimo 16 dicembre scade il pagamento delle imposte sulla casa IMU e TASI. La prevista sostituzione ed accorpamento in un’unica tassa, IMI (Imposta Municipale Immobiliare) è stata accantonata dal Governo e non verrà inserita nella prossima Legge di Bilancio 2017.

Scadenza IMU e TASI

Scadenza IMU e TASI

Il Ministero delle Finanze aveva già previsto le modalità di pagamento. Dal 17 ottobre, infatti, l’invio delle dichiarazioni sarà telematico per gli enti commerciali e per le persone fisiche. Nel sito web del MEF è disponibile il modulo di controllo per la trasmissione telematica dei dati. La scadenza del 16 dicembre è rimasta invariata così come le modalità di pagamento: F24 o bollettino postale.

Esenzione pagamento IMU e TASI

La principale novità riguarda l’esenzione dal pagamento delle imposte per gli immobili adibiti ad abitazione principale. Sono ricompresi in questa categoria le unità immobiliari censite al Catasto fabbricati nelle quali il proprietario detiene la sua residenza anagrafica o il domicilio abituale. Pertanto, IMU e TASI  non saranno dovute sulla prima casa. Quali le categorie catastali ammesse?

  • A/2 – Abitazioni di tipo civile
  • A/3 – Abitazioni di tipo economico
  • A/4 – Abitazioni di tipo popolare
  • A/5 – Abitazioni di tipo ultrapopolare
  • A/6 – Abitazioni di tipo rurale
  • A/7 – Abitazioni in villini

L’accezione di “abitazione principale” (e conseguentemente anche l’esenzione dal pagamento di IMU e TASI) è estesa anche ai seguenti casi:

  1. abitazione assegnata al coniuge a seguito di sentenza di separazione o divorzio
  2. abitazione di proprietà di cittadini italiani residenti all’estero e iscritti all’AIRE, Anagrafe degli italiani residenti all’estero, purché non sia locata o concessa in comodato
  3. abitazione di proprietà di cittadini che hanno hanno la residenza presso un istituto di ricovero o presso una struttura sanitaria, purché non sia locata o concessa in comodato
  4. abitazioni in proprietà indivisa di cooperative edilizie destinate ad abitazione principale dei soci assegnatari

In quali casi non si applica l’esenzione IMU e TASI? Sono escluse dall’esenzione le seguenti categorie:

  • A/1 – Abitazioni di tipo signorile
  • A/8 – Abitazioni in ville
  • A/9 – Castelli, palazzi di eminente pregio artistico o storici

Attraverso una visura catastale online è possibile verificare la categoria catastale di appartenza della propria abitazione. Le modalità di richiesta sono due:

  1. visura catastale per soggetto (se si conoscono i dati del soggetto, persona o impresa, titolare di un diritto reale sull’immobile)
  2. visura catastale per immobile (se si conoscono i dati catastali – foglio, particella o mappale, subalterno – dell’immobile.
© Riproduzione riservata
 

L’articolo Scadenza al 16 dicembre per IMU e TASI proviene da Smart Focus.

Smart Focus
Author: Redazione

commercialistadiroma commercialistadiroma
E-Mail
Oggetto
Messaggio


Commercialista Roma

CommercialistaDiRoma.Com