Proprietà al 50%: Come superare gli Ostacoli Sociali

Proprietà al 50%: Come superare gli Ostacoli Sociali

Proprietà al 50%: Come superare gli Ostacoli Sociali

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Creare un’azienda a metà con un’altro socio è un grosso errore perché, in caso di disaccordo, si finisce quasi sempre nella più completa immobilità.

Quando decidi metterti in affari con qualcuno, significa che hai estrema fiducia in questa persona e che, quindi, non dovrai preoccuparti di prendere tutte le contromisure necessarie in caso di conflitto.

L’importanza di non fare una società a metà

Non voglio essere pessimista ma i contrasti arrivano prima o poi, e se non arrivano, la situazione è ancora più peggiore del previsto.

Dirigere un’azienda significa prendere una serie di decisioni continue e, quando si è in un’azienda, l’opportunità di competere con qualcuno può fornirti più chance di farcela.

Differenze di pensiero dei soci

In molti casi, i due soci purtroppo non hanno lo stesso punto di vista e quindi potrebbero sorgere conflitti.
Le differenze tra i soci sono certamente positive perché ci permettono di vedere le questioni da punti di vista differenti e riflettere su cosa fare.

In generale, si dice che due teste pensano meglio di una sola, almeno fino a quando non iniziano discussioni e dispute che non portano mai nulla di veramente buono.

D’altra parte, la speranza di essere sempre d’accordo su tutto è inconcepibile.

Devi pensare fin dal primo giorno come avere un sistema per risolvere i conflitti che non si basano semplicemente sulla speranza di trovare un comune accordo.

Nelle aziende a metà c’è il rischio di non poter decidere di perseguire un obbiettivo, ma solo andare contro qualcuno che fin dai principi sosteneva il vostro progetto

È molto probabile che i disaccordi personali diventino il centro di tutto e  le strategie commerciali e di vendita passano, purtroppo, in secondo piano

Come riepilogavo, se non c’è accordo nel prendere una decisione da entrambe le parti, non si andrà da nessuna parte

La conseguenza peggiore  è che si perderà il ritmo e la velocità di cui si ha bisogno per guidare la maggior parte delle aziende.

In altre parole, le aziende hanno bisogno di un leader che si assume tutte le responsabilità e conseguentemente le decisioni aziendali.

Ti Spiego un Escamotage

Per uscire da questo increscioso problema, voglio suggerirti una via d’uscita che ti consente, in alcuni casi, di prendere tu in mano il controllo della situazione.

Potresti donare la tua metà (il 50%) ad un tuo parente o persona di fiducia così che la tua metà della società diventi (almeno) di proprietà di una terza persona.

Per donare la tua partecipazione attraverso un atto notarile, oppure puoi effettuare una vendita delle quote direttamente dal tuo commercialista (spendendo meno chiaramente).

Nella maggior parte dei casi, come ho ribadito, non ci sono restrizioni e non devi nemmeno avvisare il socio e per stare tranquilli, nn ogni caso, è meglio verificare che lo statuto non includa delle limitazioni specifiche

Tornando alla vendita, a questo punto il tuo capitale rimarrà sempre al 50% con l’unica differenza che sarà diviso tra due persone.

Come può esserti utile la vendita delle quote e cosa puoi fare in pratica

Questa strategia ti sarà molto utile per uscirne vittorioso da qualsiasi assemblea dei soci.

Tieni presente che questa metodo è valido solamente per le SRL.

In pratica, l’assemblea dei soci della SRL decide “a maggioranza dei presenti che rappresentano almeno il 50% del capitale”. Quindi avrai il 50% del capitale come partner, ma le persone votanti nell’assemblea saranno tre invece che due come all’inizio.

Arrivati a questo punto, avrete la maggior parte dei “presenti” che (insieme) rappresentano esattamente la metà del capitale conferito in azienda.

Questo passaggio sarà più che sufficiente per decidere e risolvere le incombenze presentante in precedenza in assemblea dei soci.

Conclusioni

Come avrai sicuramente capito, puoi utilizzare questo “espediente” solo una volta perché il tuo socio potrebbe fare lo stesso.

Il mio suggerimento è di evitare a priori le proprietà divise perché presto o tardi la tua azienda è in ostaggio di una situazione incresciosa che non fa funzionare la tua società correttamente e la blocca quasi permanentemente.

Pensa se poi il tuo socio al 50% ha più parenti di te…diventerai immediatamente la minoranza con il tuo stesso metodo

Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Corporate Tax Consultant, Advisor e CTU del Tribunale di Roma con una solida esperienza Aziendale in attività di Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione, Pianificazione Strategica, Business Planning, HR e di gestione di progetti di Start-up aziendali, di Riorganizzazione e Change Management maturata in prestigiose aziende Nazionali e Internazionali