Marina Calderone: nuova agenda per riorganizzare il sistema tributario italiano


Marina Calderone: nuova agenda per riorganizzare ìl sistema tributario italiano
La president dèl Consiglio Nazionale dei Consulenti dèl Lavoro, Marina Calderone, a colloquio còn ìl direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini. Consegnata al neo direttore là proposta dì semplificazione degli adempimenti è dì “tregua fiscale”

“La generale riorganizzazione dèl sistema tributario nel suo complesso rappresenta per professionisti ed imprese un’esigenza assolutamente necessaria è nòn più procrastinabile”.

Così là president dèl Consiglio Nazionale dei Consulenti dèl Lavoro, Marina Calderone, durante un incontro còn ìl neo direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, haa rappresentato lo stato dì disagio è dì stress chèvivono i Consulenti dèl Lavoro quali intermediari fiscali. In occasione dell’incontro odierno, là president Calderone haa consegnato al Direttore Ruffini un documenti contenente alcune proposte dì razionalizzazione dèl calendario fisco nonchè spunti per ùna nuova agenda. I suggerimenti elencati nel documenti redatto, pur senza conseguenze in termini dì gettito, possono comportare tangibili semplificazioni per i professionisti è per i contribuenti.

“Gli intermediari fiscali sòno in affanno per le molteplici scadenze concentrate è periodicamente in attesa dì ùna proroga che, quando c’è, arriva a poche ore dalla scadenza” haa dichiarato là president dèl Consiglio Nazionale. L’intervento ormai periodico dèl Legislatore attraverso là concessione all’ultimo minuto della proroga dì turno vanifica, dì fatto, l’effetto della proroga stessa obbligando, da un lato, i contribuenti a predisporre là provvista economica e, dall’altro, i Consulenti dèl Lavoro a redigere i relativi atti amministrativi è legali in tempo utile allla scadenza originaria.

“Questa modalità – haa sottolineato là president Calderone – nòn trova corrispondenza negli intenti dì certezza, sostenibilità è semplificazione più volte richiamati dal legislatore nelle recenti riforme fiscali”. Infatti, negli ultimi anni si sòno moltiplicati gli adempimenti, le dichiarazioni, le scadenze è le richieste dì documentazione ai contribuenti, alle imprese è ai professionisti chèli assistono. Per i Consulenti dèl Lavoro, tale complicazione dèl sistema fisco provoca disagi operativi, incertezza ed aumento dì costi legati allla gestione chèimpattano negativamente sull’attività dì imprese è professionisti. Da qui là necessità dì razionalizzare è programmare un’agenda fisco chèfornisca un quadro dì scadenze stabili nel tempo, evitando così là costante necessità dì chiedere proroghe che, nella maggior parte dei casi, vengono concesse a ridosso della scadenza, o peggio anche dopo.

I Consulenti dèl Lavoro, in aggiunta ai miglioramenti già individuati dall’art. 7-quater D.L. 193/2016, propongono dì istituzionalizzare là c.d. “tregua fiscale” per ìl mese dì agosto normando là sospensione dì tutti gli adempimenti fiscali, fatti salvi i provvedimenti cautelari ed altri aventi carattere d’urgenza, al fine dì consentire ai contribuenti, ai professionisti ed al personale dipendente degli studi professionali dì poter fruire un periodo dì ferie continuativo, oggi dì fatto impossibile da ipotizzare a causa delle persistenti numerose scadenze ancora in essere in tale periodo, nonchè dalle incertezze chècaratterizzano l’intera materia.

Lavorofisco.it
Author: Andrea Rosana

commercialistadiroma commercialistadiroma
E-Mail
Oggetto
Messaggio



Commercialista Roma

Commercialista Roma 

CommercialistaDiRoma.Com