Il giudice deve sempre motivare sulla liquidazione dei compensi dell’avvocato di parte civile


Il giudice deve sempre motivare sulla liquidazione dei compensi dell’avvocato di parte civile

Pronunciandosi su un ricorso contro la sentenza con cui il giudice, nell’applicare la pena patteggiata oggetto di accordo tra le parti, aveva altresì condannato l’imputato al pagamento delle spese processuali in favore della parte civile costituita, la Corte di Cassazione – nell’accogliere la tesi difensiva secondo cui il giudice avrebbe errato nel pronunciare condanna quanto all’entità della somma riconosciuta in favore delle parti civili a titolo di rimborso per le spese sostenute -, ha affermato che, a seguito dell’abrogazione delle tariffe professionali ad opera del D.L. n. 1 del 2012, art. 9, comma 1, il giudice non è più vincolato, come per il passato, ai limiti minimi e massimi fissati dalle medesime, ma, nel determinare ciò che deve essere rifuso a titolo di compenso per le prestazioni del patrono di parte civile, deve ora comunque fare riferimento ai parametri stabiliti nel D.M. 20 luglio 2012, n. 140 (oggi, D.M. 10 marzo 2014, n. 55) e, pertanto, fornire adeguata e specifica motivazione sulla loro utilizzazione.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se ti va di lasciarci un like alla pagina, chiedi informazioni in merito compilando il form qui sotto o in alternativa dici la tua commentando questo articolo alla fine della pagina.
Avvaliti di questo diritto e contribuisci alla costante crescita delle informazioni, perché La libertà di manifestazione del pensiero è uno dei principi Fondamentali nelle Costituzioni

Il giudice deve sempre motivare sulla liquidazione dei compensi dell’avvocato di parte civile
Penale

richiedi consulenza

[contact-form to=’raffaele@commercialistadiroma.com’ subject=’contatto da wordpress’][contact-field label=’Nome’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’Cognome’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’Email’ type=’email’ required=’1’/][contact-field label=’Telefono’ type=’text’ required=’1’/][contact-field label=’Oggetto del Contatto’ type=’text’ required=’1’/][contact-field label=’Richiesta / Messaggio’ type=’textarea’ required=’1’/][contact-field label=’Sito Web Presentazione’ type=’url’/][/contact-form]

Tag: Commercialista di Roma, Commercialista Roma, archiviazione digitale, consulenza 360°, Consulenza amministrativa, consulenza fiscale, consulenza legale, consulenza societaria, consulenza sul trust, consulenza tributaria, contattaci, costi contabilita’, difesa dei consumatori roma e lazio, domiciliazioni avvocati a roma, il nostro team, internazionalizzazione imprese, Commercialista Roma, perizie ctu / ctp tribunale di roma, revisione legale dei conti, ricorsi tributari e anatocismo bancario, Business Coaching aziendale, contrattualistica, controllo di gestione, locazione condominio e compravendita, contenzioso roma, Ricorso tributario equitalia, agenzia delle entrate, enti di riscossione o tasse comunali, l’avviso di accertamento. l’avviso di liquidazione, il provvedimento che irroga le sanzioni, il ruolo e la cartella di pagamento, l’avviso di mora, operazioni catastali, il rifiuto, espresso o tacito, restituzione di tributi, sanzioni, interessi o accessori non dovuti, negazione spettanza di agevolazioni rigetto delle domande di definizione agevolata dei rapporti tributari, Perizia Econometrica su Anatocismo Bancario da 350 € – pre-analisi da € 50,00 effettuata su mutui, leasing o conto corrente, Gratis, senza compenso, a titolo gratuito, gratuitamente, senza pagamento, sconto, di scontare, debito, estinzione, saldo, diminuzione del prezzo di vendita di una merce, ribasso, riduzione, aumento, maggiorazione, rincaro, ritocco

Powered by WPeMatico

CommercialistaDiRoma.Com