Come funziona l’iper ammortamento

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cos’è l’iper ammortamento?

L’iper ammortamento è una misura ideata dallo Stato italiano per favorire il trasferimento delle aziende italiane alla digitalizzazione.
Questi incentivi rappresentano fino al 250% del valore di acquisto degli elettrodomestici nelle categorie previste dalla legge.
Tali incentivi devono essere richiesti da parte delle imprese che operano nei settori digitali, tra cui la robotica, meccanotronica, computer e sicurezza web, sviluppo delle nanotecnologie, lo sviluppo di materiali intelligenti, la stampa 3D, grandi volumi di dati e molto altro

Inoltre, l’ammortamento viene aggiunto all’aumento del credito d’imposta, nonché le detrazioni fiscali per tutti coloro che investono in PMI innovative di nuova creazione.

Oltre agli investimenti in tecnologia, l’iper ammortamento è valido anche per l’acquisto di beni digitali nel settore agro-alimentare, nonché per gli impianti progettati per migliorare il consumo energetico.
Per leggere l’elenco completo è possibile consultare la legge finanziaria 2017 art.3 o chiedi direttamente a noi.

Come funziona l’iper ammortamento?

Nel corso degli anni sono stati introdotti diversi sistemi di incentivi, come il Fondo di garanzia, il Patent Box e il credito d’imposta R & S (Ricerca e Sviluppo)
Con questi progetti, tutte le startup italiane possono beneficiare di numerosi vantaggi fiscali.

L’iper ammortamento consiste in un aumento di deducibilità fino al 250% dei cosiddetti pagamenti in leasing ai fini d’IRAP e dell’IRES.
Ad esempio, se il costo reale del bene acquistato era di 1.000 euro, il suo valore da considerare per l’ammortamento fiscale sarebbe di 2.500 euro.

Questa è una chiara differenza (€ 1.500!) Tra il costo reale e il valore di ammortamento.

Questo, nei prossimi anni, può dare un forte impulso a qualsiasi azienda che facendo a meno di pagare molte tasse riesce ad investire nel miglioramenti necessari.

Come sfruttare gli incentivi dell’ammortamento degli ammortamenti

Per usufruire dell’iperammortamento gli imprenditori interessati a tutti i benefici fiscali devono presentare la domanda entro e non oltre il 30 giugno 2018.

Per gli investimenti che non superano i 500.000 euro, è richiesta una dichiarazione scritta e firmata dalla persona giuridica.
Mentre per coloro che superano i 500.000 euro, è richiesta una relazione tecnica giurata, che deve essere eseguita da un ingegnere iscritto all’albo.