Calendario fiscale 2018: Le 5 proposte dei Consulenti del Lavoro

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 13 novembre si è tenuta una tavola rotonda sulla semplificazione fiscale in cui il Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro ha presentato all’Agenzia le proposte che i contribuenti, le società e gli intermediari hanno nella gestione delle scadenze e dei requisiti nel 2018.

Ecco, in sintesi, le proposte del calendario fiscale:

  1. Certificazione unica
    Rinvio del termine per la trasmissione elettronica all’Agenzia delle Entrate dal 7 marzo al 31 marzo;
  2. Modello 770
    Differenza stabile nel periodo dal 31 luglio al 31 ottobre;
  3. Reddito di modello di persone fisiche, società e società di capitali
    Lo scambio della scadenza globale del 30 giugno o del 30 luglio con un aumento dello 0,40% con la previsione del differimento automatico di tali termini se dal ritardo imposto nell’elaborazione dei modelli ufficiali e dei moduli di controllo Entratel necessari per calcolo e regolamento delle imposte;
  4. Imu, Tasi, oltre all’Irpf e altre tasse locali
    Rispettare le scadenze per dichiarare e pagare le tasse locali con quelle delle dichiarazioni dei redditi. Creare uno standard unificato per gestire le informazioni contenute nelle dichiarazioni comunali;
  5. Estendere i tempi di gestione rispetto alla “rottamazione” delle dichiarazioni dei redditi
    Prolunga da 5 a 30 giorni la scadenza per rinviare le dichiarazioni “scartate”.
    Per ulteriori informazioni, consultare il sito Web di Job Advisors.

CommercialistaDiRoma.com – News e Rassegna Stampa – Area Fiscale