Come Pagare meno tasse Universitarie: Cogli le opportunità che ti vengono offerte.

Come Pagare meno tasse Universitarie: Cogli le opportunità che ti vengono offerte.

Come Pagare meno tasse Universitarie: Cogli le opportunità che ti vengono offerte.

  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares

Tra borse di studio e agevolazioni fiscali, orientarsi prestando attenzione, permette di risparmiare sulle tasse universitarie dal primo all’ultimo anno di corso.

Esoneri, agevolazioni e diminuzioni sono tutti sgravi fiscali che stimolano l’idea dell’utilità del risparmio.
Annualmente il Ministero dell’Istruzione aggiorna le percentuali delle spese detraibili o deducibili dalla dichiarazione dei redditi.

Le tasse universitarie sono spese detraibili, ovviamente bisogna conservare le ricevute di pagamento che vanno allegate al modello di dichiarazione dei redditi che i lavoratori presentano al fisco (tramite Caf), ogni anno da maggio a giugno.

Interessanti opportunità sono le borse di studio, regionali e universitarie

Gli atenei possono prevedere l’istituzione di sovvenzioni da assegnare durante gli studi oppure successivamente al diploma di specializzazione o del dottorato di ricerca.

La Costituzione della Repubblica Italiana, tutela il diritto allo studio (articolo 3) ed è garante dell’esistenza delle borse di

studio quale aiuto finanziario per studenti meritevoli e privi di mezzi, contributi per le borse di studio universitarie vengono offerti da numerosi enti e istituti.

Le detrazioni fiscali: Le tasse universitarie sono detraibili

Attualmente, sono detraibili al 19% le rette per triennale, master, specialistica e costo del test di ingresso.

Le spese per l’affitto sono detraibili se la distanza dall’università supera i 100 km dalla residenza.

Le agevolazioni sulle tasse di iscrizione

In caso di reddito (su modello Isee) inferiore ai 13.000 euro, l’iscrizione all’università è gratuita (sono esclusi il bollo e l’imposta regionale), la stessa agevolazione vale per gli anni successivi, per gli studenti in corso.

Chi ha un reddito famigliare al di sotto dei 30.000 euro usufruisce di uno sconto del 7% sulla quota Isee eccedente i 13.000 euro, percentuale che può variare per gli studenti fuori corso da più di un anno.

Altre agevolazioni sulle tasse sono previste per i membri di una stessa famiglia se iscritti nel medesimo ateneo, per gli studenti lavoratori, per gli studenti portatori di handicap.

Borse di studio

Il modello Isee è necessario anche in occasione di richiesta di borse di studio.

Le borse di studio, regionali o universitarie, sono attribuite per concorso (con relative graduatorie), agli studenti iscritti ai corsi e in possesso dei requisiti riguardanti la condizione economica e il merito, per gli immatricolati del primo anno, riguardano la sola condizione economica.

Sono varie le alternative, in genere le borse di studio sono rivolte a una precisa tipologia di studenti, specificata nei singoli bandi.
L’Unione europea, ogni anno, mette a disposizione borse di studio per i cittadini dei paesi membri.
I dottorati senza borsa di studio sono esentati dalle tasse, una delle agevolazioni introdotte dalla legge di bilancio 2017.

Se sei uno studente e hai realizzato l’importanza degli sgravi fiscali, in una società dove le spese sono divenute sempre più ingenti, ricordati di rimanere sempre informato sulle novità che riguardano le agevolazioni.

Perché pagare più tasse del dovuto?

Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Corporate Tax Consultant, Advisor e CTU del Tribunale di Roma con una solida esperienza Aziendale in attività di Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione, Pianificazione Strategica, Business Planning, HR e di gestione di progetti di Start-up aziendali, di Riorganizzazione e Change Management maturata in prestigiose aziende Nazionali e Internazionali