Appalti in condominio con protocollo di intesa

Il 16 novembre scorso ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari) e CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) hanno siglato un protocollo di intesa per la gestione degli appalti in condominio. Procedure standard ed uno schema tipo per l’affidamento degli incarichi agli ingegneri. Collaborazione anche per la redazione del registro di anagrafe condominiale.

Ristrutturazione condominio

Ristrutturazione condominio

L’accordo siglato tra ANACI e CNI si pone come obiettivo quello di salvaguardare la qualità degli interventi di ristrutturazione nei fabbricati condominiali. La messa in sicurezza, soprattutto a fronte di rischio sismico e idrogeologico, così come la riqualificazione energetica sono le priorità. Come? Strutturando ed organizzando le procedure in merito all’affidamento degli incarichi ai professionisti tecnici. A tale scopo, è stato redatto uno Schema-Tipo di incarico che consente agli amministratori di condominio di definire le attività che svolgerà il tecnico incaricato.

Il protocollo per gli appalti nel condominio

La scelta del professionista che dovrà gestire un appalto nel condominio è oggi demandata all’assemblea. Il Protocollo di Intesa fornisce agli amministratori di condominio gli strumenti per fare in modo che questa scelta venga eseguita nell’interesse dei condomini. Il Protocollo specifica i parametri oggettivi per l’affidamento degli incarichi di:

  • progettazione esecutiva integrata
  • redazione del computo metrico
  • direzione lavori
  • coordinamento della sicurezza in cantiere
  • collaudo e perizia
  • certificazioni.

Il Protocollo precisa anche i criteri per la scelta delle imprese incaricate della esecuzione degli appalti di ristrutturazione. Non solo esperienza professionale e valutazione dell’offerta economica, ma soprattutto affidabilità e verifica del rating impresa.

Clicca qui per scaricare il Protocollo di Intesa ANACI – CNI

Una volta individuate le imprese che verranno invitate alla gara di appalto, il Protocollo precisa i parametri per la valutazione delle offerte. Verranno analizzate in ordine al criterio tecnico, economico e temporale. Ognuno avrà un suo peso differente sulla base dello Schema-Tipo presente nel Protocollo. E’ prevista anche una sezione per la valutazione ed esclusione delle offerte “anomale”. Lo Schema-Tipo definisce tutte le fasi dell’affidamento di un incarico. Dalle modalità di presentazione delle offerte all’apertura delle buste fino alla valutazione delle offerte.

  • OT, offerta tecnica – punteggio 50/100
  • OE, offerta economica – punteggio 40/100
  • OTE, offerta temporale – punteggio 10/100

Clicca qui per scaricare lo Schema-Tipo per l’affidamento di un incarico

Infine, ANACI e CNI intendono collaborare anche per la redazione del registro dell’anagrafe condominiale. In adempimento alla legge n. 220 del 2012, verrà definito uno standard unico nazionale per la compilazione del registro. A breve verrà inoltre presentato un protocollo per la messa in sicurezza e monitoraggio degli edifici condominiali.

© Riproduzione riservata
 

L’articolo Appalti in condominio con protocollo di intesa proviene da Smart Focus.

Smart Focus
Author: Redazione

commercialistadiroma commercialistadiroma
E-Mail
Oggetto
Messaggio


Commercialista Roma

CommercialistaDiRoma.Com