Ancora un anno senza rimozione auto. La vergogna dell’ex deposito Tor di Quinto

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Deposito rimozione Tor di Quinto2

 

Sono due anni ormai che a Roma il servizio rimozioni auto non è più attivo. Prima venivano rimosse dalle 150 alle 200 auto al giorno, oggi si è scesi a zero, eccettuati casi di necessità e urgenza (fughe di gas, pericolo imminente) per i quali vengono utilizzati i carri attrezzi della Prefettura.

In una città come la nostra,  spostare le vetture in sosta vietata  è un’azione indispensabile. Si pensi a chi parcheggia sui posti riservati ai disabili, a chi blocca il passaggio di bus e tram, a chi chiude l’uscita da un garage. Ebbene tutti costoro si limitano a ricevere una contravvenzione ma la rimozione o le ganasce non esistono più. Si tratta, dunque, di un’emergenza che sarebbe dovuta essere in cima alla lista delle priorità dell’assessorato al Traffico. Invece, dopo 8 mesi di amministrazione Raggi, veniamo a sapere che l’unico provvedimento che sarà preso dall’assessore Linda Meleo è affidare temporaneamente il servizio ad Atac. Non subito però! Atac dovrebbe cominciare a rimuovere le auto a partire dal febbraio 2018!! Questo significherebbe restare ancora un anno senza carri attrezzi nelle strade.

Il presidente della commissione mobilità Enrico Stefàno si è reso conto che sarebbe uno smacco per l’amministrazione e un regalo ai prepotenti del parcheggio selvaggio. Così ha parlato di soluzioni provvisorie da adottare nei prossimi mesi. Quali siano queste soluzioni non è dato sapere. Al momento le uniche certezze sono le lungaggini burocratiche per affidare un servizio ad un’azienda di proprietà comunale. Perchè ci vuole addirittura un anno per avviare un servizio o per acquistare alcuni carri attrezzi? Al di là dei tempi, sarà giusto affidare ad Atac un’altra attività o forse sarebbe meglio lasciare che si concentri sui trasporti che – come è noto – non le riescono affatto bene.

Al precedente gestore delle rimozioni, Ctl (consorzio laziale traffico) venne revocato l’appalto durante la giunta Marino per irregolarità fiscali. Da allora nessuno ha avuto il coraggio o la capacità di indire un bando di gara e trovare un nuovo appaltatore. Nè Tronca, nè la Raggi hanno finora predisposto un bando di qualsiasi genere (ancora grida vendetta il tema della manutenzione del verde senza bandi da quasi 3 anni). E tanto meno quello sulle rimozioni.

Tra i depositi per le auto rimosse che venivano utilizzati dal Consorzio Ctl, quello di Tor di Quinto è in totale abbandono. Diventato un cimitero per auto e discarica di rifiuti mostra tutto il suo degrado proprio di fronte al Ministero degli Esteri. C’è da immaginare quanto possano restare inorriditi i diplomatici di tutti i paesi che, recandosi alla Farnesina, assistono a questo spettacolo. Siamo entrati nel deposito superando una recinzione del tutto inutile e guardate cosa c’è lì dentro.

Deposito rimozione Tor di Quinto3

Deposito rimozione Tor di Quinto4

Deposito rimozione Tor di Quinto5

Deposito rimozione Tor di Quinto6

 

Deposito rimozione Tor di Quinto7

Deposito rimozione Tor di Quinto8

Deposito rimozione Tor di Quinto

 

Abbiamo contato 8 carri attrezzi completamente in rovina a causa del vandalismo che forse potevano essere recuperati. Inoltre le auto sono state danneggiate per divertimento da qualcuno che durante la notte ne ha rotto tutti i vetri.

Dunque, la prima cosa da fare sarebbe riprendere possesso di questo terreno e bonificarlo. Il Campidoglio e il Municipio hanno tutte le possibilità di farlo, basta solo un pò di buona volontà.

Per quanto riguarda le rimozioni, invece, l’idea di affidarle ad Atac sembra piuttosto sciocca. Ma se proprio si vuole insistere su questa scelta, almeno si trovi la possibilità di far riprendere il servizio entro l’estate senza attendere chissà quanto. Altrimenti sarà un altro regalo nei confronti dei furbi e dei prepotenti che a Roma si sentono padroni del territorio.

 

L’articolo Ancora un anno senza rimozione auto. La vergogna dell’ex deposito Tor di Quinto è scritto col <3 su Wordpress Diarioromano.


Diarioromano

richiedi consulenza

Commercialista RomaStudio Commercialista Roma, Consulenza amministrativa Roma, consulenza fiscale Roma, consulenza societaria Roma, consulenza tributaria Roma, costi contabilita’, difesa dei consumatori roma internazionalizzazione imprese, revisione legale dei conti, ricorso tributario Roma e anatocismo bancario Roma, contrattualistica, controllo di gestione Roma, contenzioso roma, studio tributario Roma

Dr. Andrea Raffaele
Dr. Andrea Raffaele
Corporate Tax Consultant, Advisor e CTU del Tribunale di Roma con una solida esperienza Aziendale in attività di Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione, Pianificazione Strategica, Business Planning, HR e di gestione di progetti di Start-up aziendali, di Riorganizzazione e Change Management maturata in prestigiose aziende Nazionali e Internazionali