Analizzare le visite a un sito: Google Analytics vs Piwik


Analizzare le visite a un sito: Google Analytics vs Piwik

Sicuramente una delle prime cose che ci chiediamo, dopo aver realizzato un sito web, è sapere chi ha visitato le nostre pagine. Per questo ci sono degli strumenti web che ci permettono di analizzare il traffico generato sul nostro sito, mettendoci a disposizione una mole di dati impressionante riguardo ai visitatori. Dal semplice indirizzo IP alle parole chiave utilizzate sui motori di ricerca per raggiungere il dominio.
Google Analytics
Uno degli strumenti più conosciuti ed utilizzati è Google Analytics. Come vedremo, essendo sviluppato dal più importante e conosciuto motore di ricerca, questa applicazione web ha i suoi vantaggi.
Si tratta di un servizio online gratuito, rivolto principalmente ad aziende di marketing e sviluppo web, che fornisce strumenti statistici riguardo alle visite generate da un determinato sito.
Analytics permette di capire se il visitatore proviene da un motore di ricerca, da una campagna pubblicitaria, da un link di un altro sito o semplicemente dalla digitazione diretta dell’indirizzo. Il tutto tramite un sistema di reportistica standard o personalizzabile.
L’alternativa open
Piwik, sviluppato con i linguaggi PHP e Javascript e distribuito con la licenza GPL, si pone come alternativa libera ed open ad Analytics.
Questa applicazione web fornisce report in tempo reale sui visitatori, la loro provenienza, le parole chiave utilizzate per raggiungere il sito, la lingua utilizzata nonché naturalmente le pagine visitate.
Come ogni software libero è possibile estendere le funzionalità tramite l’installazione di plugin o lo sviluppo di proprie. Inoltre Piwik permette di personalizzare l’interfaccia utente tramite dei widget posizionabili tramite il trascinamento degli stessi, mettendo così a disposizione dell’utente un sistema su misura.
Il confronto
Sia l’applicazione Google che Piwik offrono tutti gli strumenti e i tipi di dati necessari per analizzare i propri siti web e capire i loro punti di forza e debolezza.
Analytics si integra perfettamente con il sistema advertising di casa Mountain View, AdWords, permettendo quindi di analizzare perfettamente l’andamento delle campagne pubblicitarie. L’utilizzo del sistema Google richiede la classica registrazione, se non si dispone già di un account Gmail, e successivamente si potrà generare l’ID di monitoraggio che permetterà di gestire la raccolta dei dati.
Piwik invece può essere scaricato ed installato in un comunissimo spazio web, che abbia a disposizione un database e supporti il linguaggio PHP. Se per realizzare il nostro sito abbiamo utilizzato un CMS, quasi sicuramente potremmo utilizzare uno dei plugin sviluppati per integrare il sistema di analisi open. Infatti Piwik può essere integrato con oltre 65 sistemi per la realizzazione di pagine web, e-commerce, forum, ecc.
Se tuttavia non vogliamo utilizzare un nostro spazio web per installare questa applicazione di analisi libera, possiamo acquistare il servizio cloud o enterprise e avere a disposizione un’istanza già configurata in base alle nostre necessità.
L’articolo Analizzare le visite a un sito: Google Analytics vs Piwik è stato pubblicato originariamente su Tech Economy – The Business Value of Technology.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se ti va di lasciarci un like alla pagina, chiedi informazioni in merito compilando il form qui sotto o in alternativa dici la tua commentando questo articolo alla fine della pagina.
Avvaliti di questo diritto e contribuisci alla costante crescita delle informazioni, perché La libertà di manifestazione del pensiero è uno dei principi Fondamentali nelle Costituzioni

Analizzare le visite a un sito: Google Analytics vs Piwik
Tech Economy

richiedi consulenza

[contact-form to=’raffaele@commercialistadiroma.com’ subject=’contatto da wordpress’][contact-field label=’Nome’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’Cognome’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’Email’ type=’email’ required=’1’/][contact-field label=’Telefono’ type=’text’ required=’1’/][contact-field label=’Oggetto del Contatto’ type=’text’ required=’1’/][contact-field label=’Richiesta / Messaggio’ type=’textarea’ required=’1’/][contact-field label=’Sito Web Presentazione’ type=’url’/][/contact-form]

Tag: Commercialista di Roma, Commercialista Roma, archiviazione digitale, consulenza 360°, Consulenza amministrativa, consulenza fiscale, consulenza legale, consulenza societaria, consulenza sul trust, consulenza tributaria, contattaci, costi contabilita’, difesa dei consumatori roma e lazio, domiciliazioni avvocati a roma, il nostro team, internazionalizzazione imprese, Commercialista Roma, perizie ctu / ctp tribunale di roma, revisione legale dei conti, ricorsi tributari e anatocismo bancario, Business Coaching aziendale, contrattualistica, controllo di gestione, locazione condominio e compravendita, contenzioso roma, Ricorso tributario equitalia, agenzia delle entrate, enti di riscossione o tasse comunali, l’avviso di accertamento. l’avviso di liquidazione, il provvedimento che irroga le sanzioni, il ruolo e la cartella di pagamento, l’avviso di mora, operazioni catastali, il rifiuto, espresso o tacito, restituzione di tributi, sanzioni, interessi o accessori non dovuti, negazione spettanza di agevolazioni rigetto delle domande di definizione agevolata dei rapporti tributari, Perizia Econometrica su Anatocismo Bancario da 350 € – pre-analisi da € 50,00 effettuata su mutui, leasing o conto corrente, Gratis, senza compenso, a titolo gratuito, gratuitamente, senza pagamento, sconto, di scontare, debito, estinzione, saldo, diminuzione del prezzo di vendita di una merce, ribasso, riduzione, aumento, maggiorazione, rincaro, ritocco

Powered by WPeMatico

CommercialistaDiRoma.Com