Ecco i vantaggi e le potenzialità della PMI innovativa

  • 11
  • 3
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

Il tessuto economico italiano è storicamente improntato sulla piccola e media imprenditoria, nel marzo 2015 il Governo ha diffuso il Decreto Legge “Investment Compact” mirato a dare sostegno ed incentivi a quelle imprese con processi produttivi ad alto contenuto tecnologico.

Perché promuovere le PMI innovative

Con questo strumento, l’obiettivo del Governo è puntare ad un recupero di competitività imprenditoriale a livello europeo, cercando di favorire una diffusione quanto più capillare possibile di innovazioni in ambito tecnologico, a prescindere dal settore in cui la piccola e media impresa si sta rivolgendo.

Queste imprese innovative devono necessariamente essere delle società di capitali costituite anche sotto forma di associazione cooperativa; l’Investment Compactcerca di rivolgersi ad una platea imprenditoriale più ampia possibile, non pone eccessive limitazioni in termini di bilancio o di organico, non pone limiti sulla costituzione di una filiera innovativa con partecipazioni di aziende residenti in un altro Paese dell’UE, purché si mantenga la sede produttiva sul nostro territorio nazionale.

Requisiti necessari

L’Investment Compact prevede che gli aderenti a tale iniziativa debbano avere sede dei propri affari ed interessi in Italia, il fatturato annuo non deve superare i 50 milioni di euro (oppure un bilancio annuo non superiore ai 43 milioni di euro), deve avere meno di 250 persone occupate e deve dimostrare di investire in attività di ricerca e sviluppo in misura uguale o superiore al 3% della maggiore entità tra valore della produzione delle PMI ed il suo costo.

Questi requisiti non intendono inquadrare esclusivamente la costituzione di nuove società, anche una realtà imprenditoriale già esistente può attingere agli strumenti di sostegno economico.

Vantaggi ed Incentivi

Tra i tanti vantaggi, le PMI innovative sono esonerate dal pagamento dell’imposta di bollo necessaria per l’iscrizione al Registro delle Imprese, ottengono deroghe sulla disciplina ordinaria della società e facilitazioni nel recupero e ripianamento di eventuali perdite.

Punto forte del Decreto Legge “Investment Compact” è rappresentato dagli incentivi fiscali per investimenti a sostegno delle PMI innovative: è prevista infatti una detrazione Irpef del 19% per chi la persona fisica che investe fino ad un massimo di 500 mila euro, mentre sel’investitore fosse una persona giuridica si prevede una deduzione della quota imponibile IRES del 20%, per un investimento massimale di 1,8 milioni di euro.

In più le PMI innovative aderiscono al Fondo di Garanzia per le PMI, un fondo pubblico in grado di facilitare l’ottenimento di finanziamenti ricevuti da istituti bancari.

L’Investment Compact ha dato risultati eccellenti, dopo solo un anno e mezzo dalla sua diffusione sono state create più di 200 piccole e medie realtà innovative.

Se hai una buona idea imprenditoriale che prevede un apporto tecnologico rilevante, perché non approfondire il discorso?

Potrebbe interessarti

Ecco i vantaggi e le potenzialità della PMI innovativaultima modifica: 2018-01-18T12:01:22+00:00 da Dr. Andrea Raffaele