Niente visto, ma solo F24 Entratel per il credito R&S


L’utilizzo in compensazione, anche sopra soglia, del credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo dovrà transitare obbligatoriamente nei canali telematici delle Entrate, ma non vi sarà alcuna necessità per il professionista di apporre il visto di conformità sulla dichiarazione in cui lo stesso viene indicato. E’ una delle questioni affrontate nel corso della diciottesima edizione del PAT – Percorso di Aggiornamento Tributario, organizzato dalla Scuola di Formazione IPSOA di Wolters Kluwer, che toccherà quest’anno oltre 30 piazze in tutta Italia.

Il Quotidiano IPSOA – Area Fisco
Author:

CommercialistaDiRoma.Com