Decreto nullo se la motivazione è apparente


E’ nullo, perché affetto da motivazione apparente, il decreto del Tribunale che, accogliendo la domanda di un detenuto di risarcimento dei danni da “inumana detenzione”, genericamente evoca l’ovvia (quanto irrilevante) “anormalità della convivenza forzata, peraltro con estranei”, siccome in sé generativa di sofferenza psichica; a ciò aggiunge l’apodittica considerazione circa l’ “insopportabile contiguità con gli altri detenuti”.

Civile
Author:

CommercialistaDiRoma.Com