Cos’è il potere decisionale aziendale e quali Livelli e tipologie

Ti sarei grato se mi aiutassi a condividere l'Articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

customer communication management - Cos'è il potere decisionale aziendale e quali Livelli e tipologie

Cos’è il potere decisionale in un’azienda

Quando in un’azienda bisogna prendere delle decisioni importanti bisogna innanzitutto capire di chi è il potere decisionale.
In un’azienda il potere decisionale è detenuto dal soggetto economico, cioè dalla persona o dal gruppo di persone che rappresentano gli interessi economici dell’azienda.
Se il potere decisionale è in mano a una persona singola, probabilmente quell’azienda è economicamente detenuta in toto, o quasi, da quella persona.

Il caso di aziende con più azionisti, invece, è quello in cui il potere decisionale è detenuto da tutti gli azionisti con particolare riguardo a quelli di maggioranza.
Chi possiede più quote di un’azienda deve necessariamente avere più voce in capitolo sulle modalità di spesa delle finanze.

Bisogna tenere presente che nelle aziende esiste anche il soggetto giuridico, ovvero la persona o la società che si assumono le responsabilità legali di tutte le azioni dell’azienda.
Anche se formalmente il soggetto giuridico non ha potere decisionale, tutto dipende dalla composizione dell’azienda.

Livelli del potere decisionale

Il potere decisionale si articola in diversi livelli.
Nelle aziende con un solo titolare (generalmente facenti parti della costellazione delle piccole e medie imprese) il soggetto giuridico e quello economico sono uguali, poiché concentrati nella stessa persona: il titolare.
In questi casi il potere decisionale è totale, e il titolare non si consulta con nessuno.

Lui ha in mano le voci di bilancio e decide quanto spendere per determinati investimenti, ed è sempre lui che risponde legalmente in caso di problemi.

Nelle aziende più grandi, invece, il potere decisionale si articola in livelli più complessi dal momento che ci sono molti dipendenti, azionisti e collaterali.

Per quanto riguarda, ad esempio, i business plan, il potere decisionale spetta all’assemblea degli azionisti con a capo l’amministratore delegato.
Nessun progetto commerciale può essere approvato senza questi soggetti.

I singoli uffici, invece, hanno potere decisionale ai bassi livelli, ad esempio per quanto riguarda l’applicazione delle regole e per quanto riguarda la gestione del lavoro interno.
Gli azionisti e il CEO non si occupano di risorse umane.

L’ufficio preposto alla gestione del personale ha il 100% di potere decisionale sulla gestione delle carriere dei dipendenti in relazione alla loro produttività.

Quante tipologie di potere decisionale esistono?

Il potere decisionale si articola anche per tipologia.
Esiste, per esempio, un potere sulle decisioni prese in materia di comunicazione e ufficio stampa.
Al netto delle regole concordate ai piani alti dell’azienda, il profilo comunicativo aziendale è interamente gestito dall’ufficio stampa in completa autonomia.
Il responsabile ha il potere decisionale sulle comunicazioni istituzionali e sulle notizie da diffondere tramite comunicati e conferenze stampa.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se ti va di lasciarci un like alla pagina, chiedi informazioni in merito compilando il form qui sotto o in alternativa dici la tua commentando questo articolo alla fine della pagina.
Avvaliti di questo diritto e contribuisci alla costante crescita delle informazioni, perché La libertà di manifestazione del pensiero è uno dei principi Fondamentali nelle Costituzioni


Ti sarei grato se mi aiutassi a condividere l'Articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •