Come preparare e presentare un business plan

Ti sarei grato se mi aiutassi a condividere l'Articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

>Se si ha un’idea di impresa in mente, prima di muoversi bisogna redigere il business plan, perché anche l’idea di successo deve essere adeguatamente pianificata per poter essere realizzata.

Stendere il progetto significa mettere nero su bianco la strategia da seguire e nel mentre si chiariranno le idee su tutti gli aspetti da affrontare per lanciare il proprio business in modo vincente.

La creazione di un business plan richiede analisi e impegno, ma anche la massima chiarezza nell’esposizione e la completezza delle informazioni, perché qualcuno dovrà verificare la validità del progetto e sostenerlo.

Al di là del tipo di attività che si intende aprire, il modello da seguire in relazione alla tipologia di informazioni da fornire è sempre lo stesso.

Lo schema va semplicemente riempito con contenuti specifici del business scelto.

Va comunque presa in grande considerazione la forma, perché la prima impressione conta molto.

Prima di addentrarsi nei contenuti, chi legge osserva la grafica, l’impaginazione, la correttezza della lingua scritta e il modo con cui sono sistemati gli allegati.

Per fare un esempio: i dati statistici sono essenziali per avere un adeguato supporto alle analisi riportate, specialmente se fanno capire che l’idea di business diventa una innovativa e irrinunciabile soluzione.

Ci sono alcune domande che possono aiutare a completare il business plan in modo convincente:

  • Gli obiettivi di fatturato possono essere raggiunti con le strategie di comunicazioni individuate?
  • Sono presenti nel bilancio i costi in modo completo e quindi gli investimenti necessari?
  • La struttura è ben calibrata rispetto agli obiettivi di sviluppo?

Si possono fare altri quesiti del genere, ma quelli riportati danno l’idea di cosa si aspetta il potenziale finanziatore o partner del progetto imprenditoriale.

Si deve altresì prevedere e inserire un controllo mensile della situazione economia per i primi dodici mesi di lavoro.

Si dovranno confrontare la realtà con le previsioni, così da correggere il tiro se serve e mantenere un certo livello di liquidità e di investimenti.

Per comprendere come redigere e presentare il business plan bisogna prendere come riferimento il modello canvas, che è semplificato e schematizzato per far comprendere quali siano i punti essenziali di un piano imprenditoriale.

Bisogna indicare la mission dell’azienda, per chiarire cosa si vuole fare, con una vision ben definita.

Va inserito l’accordo di riservatezza per evitare che si diffondano notizie sull’idea, poi ci vogliono un sommario esecutivo; una dettagliata descrizione della proposta di business, che risponde a tre domande:

Cosa? A chi? e Perché?

  • l’analisi di mercato con le prospettive della soluzione offerta;
  • la forma giuridica e il modello organizzativo con il team imprenditoriale;
  • i prodotti o servizi da vendere;
  • le strategie di marketing e un’accurata analisi economica e finanziaria.

Ti sarei grato se mi aiutassi a condividere l'Articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •